Inaugurato nel 1969, sempre all’avanguardia nelle tecnologie audio e di proiezione, dal 70mm al Dolby Stereo, oggi è dotato di impianto di proiezione digitale e 3D, con audio Dolby 7.1.
Dispone di 560 comode poltrone, impianto di climatizzazione e ampio parcheggio di fronte all’ingresso.
ContattaciIn programmazione Homepage
In programmazione
Prossimamente
Nel weekend BLACK PANTHER (venerdi-sabato-domenica)+THE POST (sabato-domenica-lunedi)

*******************************************+***+++++++++++++---

BROOKLYN

Due film in programmazione nel fine settimana:

 

BLACK PANTHER + THE POST

_____________________________

Locandina del film Black PantherBLACK PANTHER:

la nuova spettacolare avventura firmata MARVEL-DISNEY, campione di incassi in USA.

Tutte le proiezioni sono in versione standard 2d)

 

 

BLACK PANTHER - ORARI:

Venerdi: ore 21:30

Sabato: ore 18:30

Domenica: ore 14:45 - 21:30

_________________________

Locandina del film THE POSTTHE POST


la nuova magistrale opera di Steven Spielberg con lo stellare cast TOM HANKS e MERYL STREEP, candidata, come il film, all'OSCAR 2018 

 

 

 

ORARI - THE POST:

Sabato: ore 21:30

Domenica: ore 17:00 - 19:00

Lunedi: ore 21:305

______________________

DUE CITTA' AL CINEMA XXXVI

Programma completo della rassegna:

Martedi 16 gennaio – ore 21:15

Serata inaugurale a ingresso libero di presentazione della rassegna.

Evento speciale: prima proiezione pubblica in Canavese del film

CINEMATOGRAFICA PERONA

Un film di Azzurra Fragale e Mauro Corneglio (ITA, 2017 – 41’)

Presenziano alla serata i registi, il critico cinematografico Fabio Pezzetti Tonion e Alessandro Gaido, presidente di Piemonte Movie

Cinematografica Perona di Azzurra Fragale e Mauro Corneglio è un documentario dedicato ad un secolo di proiezioni a Cuorgnè, in Canavese. Una comunità. Tre luoghi diversi, il Teatro Comunale ottocentesco, il cinema Perona inaugurato nel 1949 e dagli anni Settanta il Cinema Margherita, in cui gli eredi del pioniere Fernando Perona Sr proseguono l'attività familiare con passione e coraggio imprenditoriale.

Prodotto da Collettivo Cromocinque con il contributo di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT e Archivio Mario L. G. Ceretto

Martedi 23 gennaio

MISTERO A CROOKED HOUSE

REGIAGilles Paquet-Brenner con Glenn CloseChristina HendricksGillian AndersonTerence Stamp

Gran Bretagna – 105’. Uscita al cinema il 31 ottobre 2017

Basato sul romanzo di Agatha Christie, edito in Italia con il titolo È un problema, Mistero a Crooked House è un giallo corale come quelli che piacciono all'autrice: un confronto incrociato tra i componenti di una ricca famiglia inglese, tra le sale della sontuosa villa del capostipite. Per ottenere finalmente la mano della bella e facoltosa Sophia Leonides (Stefanie Martini), incontrata al Cairo presso l'ambasciata inglese, il giovane investigatore privato Charles Hayward (Max Irons) deve risolvere il mistero che avvolge la morte di suo nonno, il patriarca Aristides Leonides, avvelenato da un familiare a Crooked House. Nella dimora lussureggiante, dove l'intera famiglia si è trasferita a causa della Seconda guerra mondiale, figli e nipoti del defunto puntano il dito contro Brenda (Christina Hendricks), giovane seconda moglie dell'anziano miliardario, accusata di avere una liaison sentimentale con il precettore dei nipoti. Le indagini personali conducono Charles su piste non battute dalla polizia, nuovi moventi emergono a rimescolare le carte, e gli alibi già traballanti dei misteriosi inquilini crollano sotto il peso di stringenti interrogativi. Non solo ci si domanda chi è l'assassino, ma se e quando colpirà ancora.

SCHEDA CRITICA - PUBBLICATA SULLA RIVISTA "FICE" VIVILCINEMA.

VERSIONE cinematografica del celebre giallo di Agatha Christie pubblicato in Italia nel 1950 con il titolo "E' un problema",  Mistero a Crooked House è un adattamento del lavoro della scrittrice inglese da parte di Julian Fellowes, sceneggiatore vincitore dell'Oscar per Gosford Park e celebrato autore della fortunata serie televisiva Downton Abbey. Il film è figlio di queste recenti suggestioni del lavoro di Fellowes: da un lato un grande cast sullo sfondo della casa di campagna di una facoltosa famiglia britannica alla fine degli anni Cinquanta, dall'altro un racconto di mistero dove un investigatore privato di non grande prestigio, ma dalla forte determinazione, si trova alle prese con l'omicidio premeditato (o per errore?) del patriarca della famiglia, circondato da  personaggi quanto meno eccentrici: cognate che trascorrono le giornate a sparare alle talpe del grande giardino, figli dalle fallite ambizioni artistiche, attrici misteriose, procaci mogli americane con un passato da donna in fuga che sembrano nascondere molto più di quanto siano pronte a mostrare. Insomma, come dice la traduzione italiana del romanzo, "è un problema" quello che il bell'investigatore interpretato da Max Irons, figlio di Jeremy, si trova davanti: tutti i protagonisti avevano un motivo per uccidere il patriarca, nonché un'opportunità. La costruzione narrativa leggermente sopra le righe propone figure eccentriche che, oltre a rivelare i legami più o meno conflittuali con il defunto, esprimono elementi significativamente peculiari della propria personalità, caratterizzando un film dove, in molti momenti, una certa teatralità dell'azione prende il sopravvento. Mettendo da parte il realismo e nascondendo le pulsioni molto umane sotto una patina glamour al limite del citazionismo, il film non offre emozioni forti a parte qualche (piccolo) colpo di scena. Al tempo stesso, tuttavia, il fascino dell'ambientazione, l'eleganza e l'originalità delle atmosfere, come i trascorsi del protagonista con la nipote della vittima rendono Mistero a Crooked House un film classico ma gradevole, con una leggerezza molto anglosassone che lo distingue dal cinema odierno, che vede il genere giallo inghiottito dal noir o dal crime, che pure sono strutturalmente e concettualmente differenti. Una storia raffinata, una narrazione non priva di una certa sensualità e un cast di grandi attori, sebbene limitati dalla coralità dell'azione nell'esprimere al meglio il proprio talento, rendono in ogni caso questo film una piacevole variazione sul tema di un testo di successo di una scrittrice immortale come Agatha Christie, della quale si è visto nel dicembre scorso un altro adattamento, il remake di Assassinio sull'Orient Express per la regia (e l'interpretazione di Poirot) di Kenneth Branagh. MARCO SPAGNOLI – VIVILCINEMA 

Martedi 30 gennaio

In prossimità del Giorno della Memoria, la Rassegna Due Città al Cinema propone un film che vuole contribuire a sensibilizzare il pubblico sulla ricorrenza internazionale che si celebra il 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime dell'Olocausto.

LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA

REGIANiki Caro con Jessica ChastainDaniel Brühl

USA – 127’. Uscita al cinema il 16 novembre 2017

Ispirato alla storia vera di Jan e Antonina Zabinski, La signora dello zoo di Varsavia è un racconto di eroismo civile in tempo di guerra, e insieme una dichiarazione d'amore per la natura e gli animali. 

Sul finire del 1939, le truppe naziste bombardano la capitale polacca, riducendo il famoso zoo a un cumulo di macerie. Il direttore della struttura e sua moglie (Jessica Chastain) assistono impotenti all'occupazione del Paese e alla costruzione del ghetto ebraico. Ma con l'inizio delle deportazioni, nel 1942, la coppia si mobilita per nascondere intere famiglie di Ebrei all'interno del giardino zoologico, mascherato da allevamento di maiali. La villa degli Zabinski e le vecchie gabbie ancora intatte diventano un rifugio segreto al riparo dai feroci nazisti. "La casa sotto la folle stella", com'era chiamato lo zoo al tempo del suo massimo splendore, viene ricordata per aver salvato circa trecento Ebrei dal genocidio.

Martedi 6 febbraio

RITORNO IN BORGOGNA

REGIACédric Klapisch con Pio MarmaïAna GirardotMaría ValverdeFrançois CivilJean Marc Roulot

Francia – 113’. Uscita al cinema il 19 ottobre 2017

Ritorno in Borgogna vede protagonisti tre fratelli proprietari di un grande vigneto nella regione francese. Informato della malattia terminale del padre, Jean(Pio Marmaï) torna a casa dopo dieci anni di assenza per aiutare la sorella Juliette (Ana Girardot) e il fratello Jérémie (François Civil) nella gestione della tenuta di famiglia. Ricostruire il legame non è facile e i rapporti ormai incrinati minacciano di interferire nella raccolta. La morte del padre poco prima della vendemmia infatti, investe i tre figli di responsabilità più grandi di loro. Con l'avvicendarsi delle stagioni e la collaborazione costante, i tre aspiranti viticoltori riscoprono e reinventano i loro legami familiari, grazie alla passione per il vino che li unisce fin da bambini.

Martedi 13 febbraio

THE BIG SICK

REGIAMichael Showalter con Kumail NanjianiZoe KazanHolly Hunter

USA – 120’. Uscita al cinema il 16 novembre 2017.

Candidato all' OSCAR 2018 per la migliore sceneggiatura originale

La commedia romantica The Big Sick è basata su una sceneggiatura scritta a quattro mani da Kumail Nanjiani (anche attore protagonista) ed Emily V.Gordon, e racconta la vera storia del loro primo incontro.

Durante uno dei suoi spettacoli serali, l'attore comico Kumail (Nanjiani) nota nel pubblico la bella Emily Gardner (Zoe Kazan), e alla fine dello show le chiede di uscire. Tra i due nasce prima un'intesa e poi un'appassionata storia d'amore, destinata a incontrare i pregiudizi delle rispettive famiglie. Quella di Kumail è la tipica famiglia pakistano-musulmana legata alle tradizioni, compresa quella del matrimonio combinato. Mentre i genitori di Emily, Beth (Holly Hunter) e Terry (Ray Romano), sono una coppia di cinquantenni cinici e disillusi. Sarà la grave malattia che colpirà la ragazza a dare a Kumail il coraggio di ribellarsi alle rigide imposizioni familiari e provare a conquistare la fiducia della madre e il padre di Emily. 

Il film ha ricevuto il prestigioso Premio del Pubblico dopo il grande successo della proiezione in Piazza Grande al ’70 Locarno Festival, nell'agosto dello scorso anno.

Il film arrivato a Locarno, era stato preceduto da una trionfale accoglienza al Sundance Film Festival e da un box office sorprendente negli USA (quasi 40 milioni di dollari!) tanto da farne una delle hit dell’estate.

"Era dagli anni Novanta, decennio fortunato per il genere, che una commedia romantica non lasciava sul volto un sorriso. Un sorriso persistente che ti accompagna fino a casa." (Mymovies.com)

Martedi 20 febbraio

THE SQUARE

REGIARuben Östlund con Elisabeth MossDominic WestClaes BangssDominic WestClaes Bang

Svezia, Germania, Francia, Danimarca -  145’. Uscita al cinema il 09 novembre 2017.

VINCITORE DELLA PALMA D’ORO – CANNES 2017

Candidato all' OSCAR 2018 per il miglior film in lingua straniera

Protagonista del film è Christian, curatore di un importante museo di arte contemporanea di Stoccolma, nonché padre amorevole di due bambine. Nel museo c'è grande fermento per il debutto di un'installazione chiamata "The Square", che invita all'altruismo e alla condivisione, ma quando gli viene rubato il cellulare per strada, Christian reagisce in modo scomposto, innescando una serie di eventi che precipitano la sua vita rispettabile nel caos più completo.

Dopo la Palma d’Oro il film si aggiudica anche 6 premi EFA, trionfando all’European Film Award, l’Oscar Europeo, ed altri 17 prestigiosi premi internazionali

 

Martedi 27 febbraio

Risultati immagini per corpo e animaCORPO E ANIMA

REGIAIldikó Enyedi con Géza MorcsányiAlexandra Borbély

Ungheria – 116’. Uscita al cinema il 04 gennaio 2018.

 

VINCITORE DELL' ORSO D’ORO – BERLINO 2017.

Candidato all' OSCAR 2018 per il miglior film in lingua straniera

 

Endre, direttore amministrativo di un mattatoio industriale, è sospettoso nei confronti di Mária, nuova responsabile del controllo qualità inviata dalle autorità. Endre pensa che Mária sia eccessivamente formale e troppo concentrata su sé stessa. E trova anche che sia troppo severa nel valutare la qualità delle carni. Semplicemente, Mária applica sul lavoro lo stesso ordine che utilizza nella gestione della sua vita. Nel corso di colloqui di routine, una psicologa scopre che Mária ed Endre condividono lo stesso ricorrente sogno. Introversi, non sanno che cosa significhi e si sentono a disagio. Il giorno successivo verificano un'altra volta: hanno fatto ancora lo stesso identico sogno. Diventa così chiaro che Mária ed Endre si incontrano ogni notte in un territorio comune: una foresta innevata, calma, dove sono due leggiadri cervi che si amano. Esitando, Mária ed Endre accettano quella strana coincidenza. Non possono ignorare l'intimità che li lega così facilmente nei loro sogni. Per due persone in apparenza del tutto estranee all’amore non è semplice ricreare nell'ampia luce del giorno la relazione armoniosa delle loro notti solitarie...

Martedi 6 marzo

Risultati immagini per mr oveMR. OVE

REGIAHannes Holm con Rolf Lassgård.

Svezia – 116’. Uscita al cinema il 31 ottobre 2017.

 

 

 

Mr. Ove (Rolf Lassgård) è un anziano burbero che orchestra rigidamente la vita di quartiere, bacchettando senza riguardo il vicinato: non perdona chi parcheggia l'auto in doppia fila e chi sbaglia la differenziata, condanna il disordine e gli schiamazzi, il calpestio dei tacchi, il latrare dei cani e il vagabondare dei gatti (specialmente di un randagio spelacchiato che per ripicca continua a fare pipì davanti alla sua porta). L'atteggiamento intransigente di Ove si ammorbidisce dopo l'incontro con l'iraniana Parvaneh (Bahar Pars), la nuova vicina, da poco trasferita nella casa di fronte con il marito e i due figlioletti. Smessi i panni di ispettore del vialetto, insieme a quelli di vigilante dei parcheggi e della spazzatura, l'inquilino solitario si apre a una tenera e inaspettata amicizia.

Apprezzato in tutto il mondo il film svedese entra nella cinquina dei candidati all’Oscar 2017 per il miglior film straniero, dopo essersi aggiudicato il premio EFA 2016

Martedi 13 marzo

LRisultati immagini per la ruota delle meraviglieA RUOTA DELLE MERAVIGLIE

REGIAWoody Allen con Kate WinsletJustin TimberlakeJuno TempleJames Belushi

USA – 101’. Uscita al cinema il 14 dicembre 2017.

 

 

 

Firmato dall'eclettico Woody AllenLa Ruota delle Meraviglie (Wonder Wheel) ha come sfondo la pittoresca Coney Island, con la spiaggia, la passerella e le scintillanti attrazioni lungo il litorale. 

1950, le vite di quattro personaggi si intrecciano ai piedi della celebre ruota panoramica costruita negli anni venti: quella dell'imbronciata e malinconica Ginny (Kate Winslet), ex attrice emotivamente instabile, ora cameriera presso un modesto ristorante di pesce; di suo marito Humpty (Jim Belushi), rozzo manovratore di giostre; del giovane Mickey (Justin Timberlake), un bagnino di bell'aspetto che coltiva aspirazioni da commediografo; e della ribelle Carolina(Juno Temple), la figlia che Humpty non ha visto per molto tempo e che ora è costretta a nascondersi nell'appartamento del padre per sfuggire a un gruppo di spietati gangster che le dà la caccia. 

La pittoresca boardwalk fa da sfondo a un racconto fatto di fragili speranze e nuovi sogni, passione e tradimenti, corteggiamenti nervosi e impacciati in puro stile Allen, in un clima di inganno e tensione che stride con le luci delle giostre, l'ilarità e la spensieratezza dei bagnanti. A complicare la situazione l'intromissione sgradita (solo ai personaggi del film) di Max Casella, Steve Schirripa e Tony Sirico.

Con La Ruota delle Meraviglie, Woody Allen torna negli Stati Uniti per la terza volta di fila dopo Irrational Man e Café Society, a soli tre anni dalla fine di una sorta di tour spaziotemporale che l'ha portato ripetutamente in Europa. Dalla Barcellona di qualche anno fa (Vicky Cristina Barcelona, 2008) alla Londra contemporanea (Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni, 2010), dalla Parigi animata dai Roaring Twenties (Midnight in Paris, 2011) alla Roma dei nostri giorni (To Rome with Love, 2012), per finire sulla Costa Azzurra dei primi anni '30 (Magic in the Moonlight, 2014). Un girovagare che solo un esperto ritrattista dell'animo umano come Allen avrebbe potuto arricchire di personaggi tanto tormentati e scombussolati quanto affascinanti.

Martedi 20 marzo

Risultati immagini per l'insultoL’INSULTO

REGIAZiad Doueiri con Adel KaramKamel El Basha

Libano – 110’. Uscita al cinema il 06 dicembre 2017.

Candidato all' OSCAR 2018 per il miglior film in lingua straniera

 

 

Un litigio nato da un banale incidente porta in tribunale Toni e Yasser. La semplice questione privata tra i due si trasforma in un conflitto di proporzioni incredibili, diventando a poco a poco un caso nazionale, un regolamento di conti tra culture e religioni diverse con colpi di scena inaspettati. Toni, infatti, è un libanese cristiano e Yasser un palestinese. Al processo, oltre agli avvocati e ai familiari, si schierano due fazioni opposte di un paese che riscopre in quell'occasione ferite mai curate e rivelazioni scioccanti, facendo riaffiorare così un passato che è sempre presente.

Presentato a Venezia 2017, viene candidato al Leone d’Oro per il miglior film.Il protagonista Kamel El Basha si aggiudica la Coppa Volpi per il miglior attore.

Martedi 27 marzo

Risultati immagini per una questione privataUNA QUESTIONE PRIVATA

REGIAPaolo TavianiVittorio Taviani con Luca Marinelli

Italia – 84’ . Uscita al cinema il 01 novembre 2017.

 

 

 

Tratto dall'omonimo romanzo di Beppe Fenoglio, Una questione privata segue le vicende del giovane partigiano Milton (Luca Marinelli), innamorato della bella Fulvia, ne perde le tracce durante la guerra di resistenza nelle Langhe. Sullo sfondo della battaglia partigiana, il protagonista intraprende un eroico viaggio alla ricerca dell'amore perduto e della verità che ruota attorno ad esso. Grazie alla complicità della custode della villa (Anna Ferruzzo) dove i due innamorati passavano le loro serate, Milton scopre il terribile segreto che traccerà la sua strada: contorta e pericolosa, disseminata di nemici e insormontabili sfide.

_____________________________________________________________________

INFORMAZIONI: Cinema Margherita 0124.657523 - Biblioteca Civica di Cuorgnè 0124.655252 - Biblioteca Comunale di Rivarolo 0124.26377

INTERNET: www.cinemamargherita.net E-MAIL: info@cinemamargherita.net

PROIEZIONI: il MARTEDI presso il Cinema Margherita di CUORGNE’- ore 21:30

ABBONAMENTI: 10 film in prevendita a € 22,00 - INGRESSI: € 5,00___________________________________________________________________g

____________________________________________________________

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook al seguente link: https://m.facebook.com/cinemamargheritacuorgne/

____________________________________________________________

ACCEDI A TUTTE LE SEZIONI CLICCANDO SOPRA SU "IN PROGRAMMAZIONE"

____________________________________________________________________

 
PREZZI DI INGRESSO
 
NB. Sono state attivate le promozioni, in soluzione FISICA, scaricando il voucher dai rispettivi siti:
- 18 app
- bonus cultura insegnanti

1.       FILM IN PROIEZIONE NORMALE 2D:

a.      INTERI   €   7,00

b.      RIDOTTI €  5,00

2.       FILM IN PROIEZIONE TRIDIMENSIONALE 3D:

a.      INTERI €   10,00 *

b.      RIDOTTI €  8,00 *

3.       RASSEGNA “DUE CITTA’ AL CINEMA”

a.       ABBONAMENTI SERIE DI 10 FILM € 22,00

b.      INGRESSO SINGOLO - UNICO €  5,00

I biglietti ridotti vengono rilasciati a:

a.       JUNIOR Ragazzi fino a 11 anni di età

b.      SENIOR Oltre i 65 anni di età

c.       Titolari della tessera TOSCA. accedi al sito Tosca cliccando sul link

http://torinoshowcard.it/

d.      Il LUNEDI a tutti gli spettatori (eccetto festivi, prefestivi, festività natalizie)

e.      Nei giorni feriali esclusi festivi e prefestivi a titolari di tessere Agis, AIACE, STUDENTI UNIVERSITARI

(*) Il costo dei biglietti 3d comprende l’uso gratuito degli speciali occhialini 3D DOLBY, con lenti in cristallo di alta qualità

 



Contatti
Via Ivrea, 101
10082 Cuorgnè (TO)
Tel.: +39 0124 657 523 (sala)
Tel.: +39 0124 657 232 (uffici)


e-Mail: info@cinemamargherita.net

Cookie Policy
Mappa